LIGURIA PRIDE: "USB C'╚"

Genova -

 

Lavoratori,

sempre pi¨ sicuri che "non esistono diritti sui luoghi di lavoro senza il diritto della persona" e convinti del fatto che "non esistono diritti della persona che si fermano davanti alla soglia del proprio posto di lavoro", USB anche quest'anno Ŕ vicina alle rivendicazioni del mondo LGBT+.
Il nostro contributo sociale ci ha portato nel mondo dei piccoli, spesso al centro della polemica sul diritto alla famiglia.
Ma "il soccorso non ha colori, confini o pregiudizi che offuscano il processo di evoluzione di una societÓ". Noi siamo vigili del fuoco, angeli di tutti e schiavi di nessuno.
Comunitari e non, etero o LGBT+, ricchi o poveri le nostre braccia salvano tutti.
Nella giornata di lunedý abbiamo messo in moto una piccola "pompieropoli" che ha visto la partecipazione di una intera comunitÓ nel rispetto dei valori Costituzionali e di integrazione sociale.
I piccoli, da sempre vicini ai "pompieri" hanno giocato con noi insegnando a tutti che la felicitÓ Ŕ una strada percorribile se "restiamo umani".
Tantissimi bambini stranieri e italiani si sono uniti sotto la nostra giacca e per un giorno hanno fatto soccorso.
A loro, noi, diciamo grazie per averci fatto crescere e averci fatto vivere una giornata straordinaria all'insegna valori Costituzionali.
Sabato prossimo noi a Genova sfileremo con loro al Pride perchÚ per il sindacato: "tutti i lavoratori contano'.

USB Vigili del Fuoco Regionale