BOZZA ACCORDO DISTRIBUZIONE FA 2016

Nazionale -

 

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Capo Dipartimento
Prefetto Salvatore MULAS
 
Tramite:                            
Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento
Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento
Viceprefetto Roberta LULLI

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Vice Capo Dipartimento Vicario
ing. Fabio DATTILO

Al Responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali
dott.ssa   Silvana LANZA BUCCERI

e p. c. Al Ministro dell'Interno
On. Matteto SALVINI

Al Sottosegretario di Stato all'Interno con Delega ai Vigili del Fuoco
Senatore  Stefano CANDIANI



Oggetto: bozza accordo distribuzione FA 2016.


la scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento all'oggetto non può che notare il fatto che ogni anno è sempre la stessa storia; arriva il FA e tutti si “accapiglieranno” nel tentativo di avere qualche soldino. Molti promettono il mondo a tutti ma alla  fine i “soliti noti” prenderanno tutto.
Anche perché tutte le promesse fatte non possono essere mantenute e i soldi sono sempre meno.
Ad oggi, ancora una volta l’amministrazione ha fornito una bozza d’accordo per la distribuzione del FA 2016, escludendo USB dal tavolo, asserendo che nonostante rappresentativi, non siamo firmatari del contratto 2016-2018.
Questo modo di fare mette in risalto le limitatezze dell’amministrazione ad avere un comportamento negoziale. Circolare Aran (prot. N°0007891) e nota Procura Generale della Corte di Cassazione di Roma in merito docet.
Visto che questo istituto andava sicuramente contrattato nel 2017, quando ancora il rinnovo contrattuale non era stato discusso e quindi doveva essere convocata anche USB e poiché la scrivente ha partecipato alle trattative negoziali, che a nostro avviso era di solo natura economica, prima che l'ipotesi di contratto 2016-2018 venisse firmato in via definitiva nel 2018.
Si INVITA, pertanto l'amministrazione a rivedere la posizione assunta e di convocare anche USB per difetto temporale di distribuzione del Fondo relativo all'anno 2016.
La scrivente, altresì, con la presente cerca di far comprendere all’amministrazione quali siano le difficoltà ad accettare un accordo che non garantisce una distribuzione coerente e omogenea su tutti  i lavoratori del CNVVF ragion per cui rilanciamo una proposta, anche se potrebbe sembrare ad alcuni “populista", è quella che proponiamo da anni: istituire la 14° mensilità.  
Una soluzione che trova ampio consenso tra i lavoratori, che non è sperequativa, una soluzione che non va a danno di chi ha subito infortuni o malattie, di chi ha purtroppo limitazioni al soccorso.

USB ha sempre difeso la solidarietà e l'unità tra i lavoratori e contestato un sistema divisivo, come quello messo in atto con   il FA. Si deve creare la 14^ mensilità, per tutti; visto che i lavoratori contribuiscono tutti al fondo unico di amministrazione e quindi sono titolati a prenderne i benefici.

Se l’amministrazione, giustamente, vuole incentivare delle figure professionali, trovi risorse aggiuntive da altri capitoli, istituiti ad hoc.
Attualmente invece si è creato un sistema contorto, finto meritocratico, dove i lavoratori si pagano con i propri soldi. Purtroppo osserviamo come  talune OO.SS. sono contrari all'idea della 14^ mensilità  perché non vogliono il bene dei lavoratori, ma alimentando le differenze tra gli stessi.  

Promettono incentivi in cambio di deleghe, sostenendo tesi infondate.

La nostra posizione è la più coerente, non vuole accontentare qualcuno ma tutti i lavoratori, la proposta è solida e fattibile perché basata sul diritto.

Sicuri di un vostro interesse nel leggere questa nostra si rimane in attesa della vostra convocazione.

per USB Vigili del Fuoco Nazionale
Costantino Saporito