CRITERI DI ACCESSO AI CORSI DI FORMAZIONE COMANDO VVF PISTOIA

Odg 133. Contestazione.

Pistoia -

 

Al Dirigente Provinciale CNVVF Pistoia
Ing. Luigi GENTILUOMO

e p.c.
Al Direttore Centrale Formazione  CNVVF
Ing. Emilio OCCHIUZZI

Al Direttore Regionale Toscana CNVVF
Ing. Giuseppe ROMANO

 

Oggetto: Odg 133. Contestazione.

Egregio Dirigente,
in relazione alla scelta dei discenti del corso, posta in essere con Odg in oggetto, la metodologia applicata dal Comando di Pistoia per individuare il personale non garantisce parità di accesso a tutto il personale, privilegiando la qualifica di Vigile del Fuoco, penalizzando le qualifiche superiori.

Vogliamo sottolineare gli aspetti del comma 7 dell’art.142 del Dlgs 217/05 dove si obbliga alla garanzia di pari opportunità a tutto il personale di accedere alla formazione.
Inoltre, le note disposte dalla Direzione Toscana non fanno minimo accenno alla distinzione di qualifica ma pongono unicamente i requisiti di patente e collaborazione al servizio autorimessa.

La presente contestazione di metodi applicati alla scelta dei discenti della formazione ai sensi del comma 7 dell’art.142 del Dlgs 217/05 si somma alla precedente nota di questa os che contestava una scelta, per il corso USAR M, priva di corretti criteri adottata sempre da codesto comando.

Pertanto, alla luce dei fatti esposti, considerato la reiterazione della volontà del Comando di Pistoia di violare le norme sopra esposte, oltre che imporre criteri non concordati in ambito regionale, siamo a richiedere l’immediato ritiro dell’Odg 133 del 8/3/2019 e la sua riformulazione secondo le norme citate e seguendo quanto disposto dalla Direzione Regionale Toscana in merito alla scelta dei discenti ed i requisiti minimi imposti.

Restiamo in attesa di immediato riscontro alla presente o questa os adotterà tutte le necessarie azioni sindacali e legali a tutela dei lavoratori.

Si porgono i saluti di rito.

per USB Vigili del Fuoco Provinciale
Alessandro Turini