AGGRAVAMENTO STATO DI AGITAZIONE USB SAVONA

Savona -

Al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco
Prefetto Bruno F
rattasi

 

Al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Ing. Fabio Dattilo

 

e.p.c.


Al Direttore Regionale VV.F. Liguria
Ing. Claudio Manzella


Al Responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali
Dott.ssa Silvana Lanza


Al prefetto di Savona

Dott. Antonio Canana’


Al Dirigente VV.F Savona

Ing. Vincenzo Bennardo


Oggetto: Aggravamento dello stato d’agitazione provinciale di categoria - volontà di promuovere lo sciopero provinciale categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.


La USB VV.F. Savona, nel rispetto della Legge 146/90 e successive Modifiche ed Integrazioni; nel rispetto dell’accordo del 06/12/1994, approvato dalla Commissione di Garanzia con delibera del 12/01/1995; nel rispetto della Regolamentazione Provvisoria deliberata dalla Commissione di Garanzia il 16/07/2001, n° 01/92, pubblicata in G.U.R.I. n° 185 del 10/08/01 e successive modifiche.

Considerate peggiorative le condizioni lavorative in ambito della provincia Savonese, la cui situazione è ormai diventata critica a causa di una condotta di indifferenza alle numerose richieste di risoluzione sulle problematiche sottoelencate:

 

-Non rispetto dei termini di preavviso per gli incontri con le OO.SS.

-Elenco delle visite fiscali inviate negli ultimi 8 mesi.

-Allegati menzionati nell’ appalto delle pulizie.

-Elenco personale partecipante in orario straordinario al crollo del ponte Morandi.

-Elenco personale specialista abilitato presente sul distaccamento portuale di Savona.

-Pagamento delle ore straordinarie art. 28 e calamità varie.

-Immobilismo nell’individuazione degli Rls.

-Aver indetto riunione periodica del D.lgs 81/08 senza aver formato le varie figure interessate e incurante di questo.

-Continuo atteggiamento arbitrario nel variare gli orari e/o turni e/o incarichi senza sentire le OO.SS.

-Aver effettuato corso S.O, imponendolo ai discenti.

-Non rispetto del numero minimo dei componenti delle squadre vvf.

-Negazione del pagamento delle ore o possibilità di fruizione delle ore maturate in banca ore, al personale in fase di pensionamento.

 

Per i motivi sopra descritti ed altri che ci riserviamo di trattare nelle sedi preposte, si dichiara l’aggravamento dello stato di agitazione della categoria e conseguentemente si chiede alle Autorità in indirizzo l’attivazione della procedura della prima fase di conciliazione preventiva.

Si invita l’Amministrazione provinciale VV.F Savona ad astenersi nell'adottare iniziative che siano pregiudizievoli per le posizioni dei Lavoratori interessati dal contenuto del conflitto summenzionato.

Si rimane in attesa di riscontro urgente per l’attivazione della procedura della prima fase di conciliazione preventiva concordando sede, data dell’incontro ed il dirigente superiore”arbitro”.

USB Vigili del Fuoco Provinciale