FUA 2015: …ANCORA UNA VOLTA I LAVORATORI…PERDONO!!!!!

I “firmaioli” ci ripensano ed i lavoratori aspettano…

Nazionale -

Lavoratori,

ieri si è svolto il terzo incontro tra l’amministrazione e le OO.SS. per decidere le sorti del FUA 2015 e del FUG 2014. Ebbene, nonostante ci sia stata una nuova proposta dell’amministrazione che non accoglieva nemmeno parzialmente le nostra richieste, quindi rimasti fermi sulle nostre posizioni (distribuzione “a pioggia” per tutti i lavoratori del CNVVF, come una sorta di 14esima…(sarebbero state così gettate le basi per un futuro riconoscimento economico “fisso e continuativo”), le altre OO.SS. si sono “virtualmente” divise: 2 (CGIL e UIL) volevano accettare questo accordo con alcune modifiche relative alle presenze per poter ottenere il riconoscimento forfettario mensile previsto dall’amministrazione, ed altre due (CISL e CONFSAL),  secondo i “loro” calcoli in possesso di una “schiacciante” maggioranza al tavolo di negoziazione (ben il 50, 46%!!!!), che invece hanno fatto un passo indietro

chiedendo all’amministrazione in maniera molto decisa di voler firmare un accordo praticamente uguale a quello firmato nel 2014, in barba alle richieste dei lavoratori VF che nei territori oramai chiedono con forza una “quattordicesima” come riconoscimento economico mancante al CNVVF!

 

 

L’accordo “non s’ha da farsi”…perché il capo dipartimento ieri non era presente…ed è stato tutto rinviato al 10 gennaio p.v., data in cui, saranno state verificate le percentuali di rappresentatività di CISL e CONFSAL e si scoprirà che non hanno la maggioranza ed il tavolo dovrà discutere ancora per la distribuzione di questi

 

fondi….ed intanto i lavoratori aspetteranno che qualcuno si “accordi” (le festività porteranno “consiglio”…) su un qualcosa che comunque poi li scontenterà (tutti o quasi), quando invece la soluzione proposta da USB era lì, a portata di mano, immediatamente fattibile e che avrebbe permesso di distribuire il FUA ed il FUG “a pioggia” e di remunerare le particolari professionalità riconosciute dal “riordino” ad alcune categorie di lavoratori VF utilizzando i 16 milioni del riordino, ed in particolare parte dei 5 milioni destinati a 293 direttivi, ai quali spetterebbero attualmente circa 5000 euro/anno per il 2018!!!!!

 

 

Cari lavoratori, resta il fatto che la destinazione del FUA 2015 non è stata ancora decisa ed i lavoratori oltre ad attendere ancora la distribuzione dei fantomatici 103 milioni, attenderanno ancora un bel po’ (almeno fino ad aprile 2018) anche gli spiccioli del FUA!!!!

Lavoratori, unitevi ad USB VVF e lottiamo insieme per la dignità dei lavoratori tutti!!!

 

USB Vigili del Fuoco Nazionale