MENSA E BUONI PASTO

E’ TUTTO UN MAGNA MAGNA…MA CHI CE MAGNA?

Alessandria -

Lavoratori,

il 18/12/2017 si è tenuto l’incontro al comando sul tema della mensa e soprattutto della gestione dei  buoni pasto per i distaccamenti per l’anno 2018 e successivi.

Come potrete leggere nel verbale, in allegato, l’amministrazione oltre ad aver aspettato gli sgoccioli dei termini contrattuali, è stata molto vaga nel far comprendere questa nuova metodologia di approvvigionamento, confezionamento, gestione buoni cartacei, addirittura i vvf dovrebbero anticipare i “piccioli” per almeno gennaio, chi dovrebbe assumersi la responsabilità di gestire i buoni che ricordiamo sono soldi.

Il nostro intervento, molto corposo, è partito da semplici ragionamenti anche storici, tanto per far comprendere meglio abbiamo evidenziato che in passato la svendita ai privati della mensa, sostenuta dalle altre oo.ss. e dall’amministrazione, si basava sul fatto che i vvf non potevano più entrare nelle mense per questioni igieniche e ora?  Proprio loro chiedono di poter usufruire del buono, andare a fare la spesa di servizio e cucinare?...bhooo non sembra sia possibile, nota DCRLS 11950 in allegato, e anche perché alla nostra richiesta di assumersi le responsabilità e scriverlo a verbale non è seguito nulla e, viste le preoccupazioni odierne, ci chiediamo che razza di sondaggi siano stati fatti tempo addietro per far prediligere il buono pasto.

Di fatto si licenziano lavoratori, è ambigua la fruibilità e il confezionamento, il risparmio economico da € 8,40 circa a € 7,00 circa avvantaggia solo l’amministrazione e non i lavoratori, si scarica sempre sui lavoratori la gestione dei buoni, non è chiaro come possano essere gestiti in caso di sostituzione personale oppure di micro o macro calamità sia nella provincia sia in altre regioni, non si tiene conto degli aspetti nutrizionali e igienico-sanitari tanto cari all’amministrazione 

Per quanto sopra e per tutelare al meglio i diritti dei lavoratori non abbiamo sottoscritto nulla anzi abbiamo aperto lo stato agitazione, in allegato, che consente di avere un confronto con organi superiori e per avere chiarezza e uniformità sul territorio regionale e nazionale.

Nel tenervi aggiornati sulla situazione cogliamo l’occasione per augurare a tutti voi e famiglie

BUON NATALE

 E

UN RIVOLUZIONARIO ANNO NUOVO

Giovanni Maccarino