PERSONALE DISPONIBILE….MA QUALCUNO GLIELO HA CHIESTO ?

Modena -

Il 1° giugno si è tenuta una riunione con il Comandante per l' organizzazione dell'evento del 1° luglio che vedrà coinvolto, con grande impegno, tutto il personale del Comando di Modena. Presenti: il Comandante Tornatore, il Vice Comandante Ing. Tuzi, l’Ing. Fastiggi, Responsabile Area Soccorso e i rappresentanti dei sindacati tutti.

La riunione ha avuto inizio con i saluti del Comandante, il quale ha subito illustrato:

a) la distribuzione delle 9 unità appena assegnate a Modena, che riconoscerà i 2 autisti di III° grado al distaccamento di Carpi, e dei 7 Vigili, 4 a Pavullo e 3 a San Felice, di cui uno al turno “C”.

Scelte, queste, maturate da consultazioni con i turni per sopperire a continue carenze di personale, di cui il Comando di Modena è perennemente colpito e le cui ripercussioni ricadono, naturalmente, su ferie e permessi del personale tutto.

Inutile sottolineare la difficoltà a mantenere gli addestramenti programmati. Su questo punto il Comandante riporta la carenza del 17% del personale in linea con altri Comandi del Nord dovuto a varie cause.

b) la donazione, da parte di una cittadina di Modena, di un' importante somma, che ha permesso al Comando, l' acquisto di sei autovetture nuove, di una termocamera e di due PID per fughe di gas; di altre generose donazioni, grazie alle quali si è potuto acquisire materiale utile al risanamento della palestra ed alla tinteggiatura dei locali del Comando.

c) la presentazione di un progetto di risanamento dell'hangar, fortemente voluto dal nostro Comandante, che vedrà la realizzazione di un centro dedicato ai più giovani sui temi di prevenzione e sicurezza, con la realizzazione di aule e attrezzature atte a tale scopo; spazi per l'associazione Nazionale Vigili del Fuoco e relative attività. E’ stata perfino confermata la continuità ad ospitare i colleghi fuori sede che avranno necessità di alloggio temporaneo. A tal proposito, l’USB si è premurata di sottolineare che la loro presenza non venga intesa ed usata come “guardianeria”, anzi ci auguriamo che ne sia garantita la sicurezza con altre soluzioni!!!

Due punti, gli ultimi, del tutto lodevoli!L'unica nostra riflessione è che in futuro ci possa essere più condivisione e coinvolgimento dei vari responsabili del settore operativo;
d) descrizione delle strategie organizzative sul concerto, frutto di quanto stabilito in Commissione di Sicurezza, lasciando spazio anche ad esperienze ed idee propositive.

Il servizio di vigilanza per l'Evento del 1°Luglio impegnerà il personale tutto, sia per quanto riguarda il servizio di vigilanza all'interno dell'area concerto (50-60 unità), sia per il dispositivo di soccorso, che verrà garantito da tutti i distaccamenti a pieno regime, compresi i Distaccamenti volontari e due partenze aggiuntive che saranno locate, una in zona Torrazzi e una in zona Morane.

L'USB è stata rassicurata per quanto riguarda le condizioni di svolgimento del servizio delle squadre, posizionate in edifici veri e propri con servizi igienici e possibilità di usufruire del pasto. Meno in accordo, ma senza voler andare contro la volontà del personale, se di questo si tratta, è la scelta di ridurre l'orario di riposo a 6 ore in deroga tra il servizio di vigilanza ed il servizio operativo.

Noi dell'USB, infine, abbiamo chiesto se ci saranno ripercussioni su ferie, salti turno e permessi, dato che tra il personale girava la voce che ci sarebbe stata una “obbligatorietà” a partecipare all'evento. Su questo, il Comandante ha rimarcato che si tratta di notizie infondate, in quanto non vi è l' intenzione di intervenire sul personale. A tal proposito, però, è intervenuto un Responsabile, che confida nella piena partecipazione attiva e nella disponibilità del personale...ci chiediamo...ma qualcuno glielo ha chiesto al personale?

Riteniamo, comunque, che le forze messe in campo siano insufficienti, pur se da ultime notizie, di cui si attende l’ufficializzazione, pare che qualcosa si stia muovendo, soprattutto dopo gli ultimi avvenimenti di Torino.

L’USB vigilerà, come sempre, affinché non vengano meno i diritti e la tutela di tutti i lavoratori.

Come USB, il nostro augurio è che tutto vada a buon fine e che la manifestazione possa essere grande nota di orgoglio per il Comune di Modena e per il Comando, chiamato in prima persona a partecipare nel ruolo organizzativo e gestionale della prevenzione.

USB Vigili del Fuoco Provinciale