STATO DI AGITAZIONE USB VV.F. VERONA

Verona -

Al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Ing. Gioacchino GIOMI

Al Responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

Dott.ssa Silvana LANZA BUCCERI

Al Direttore Regionale Veneto

Ing. Fabio DATTILO

Al Comandante VV.F. Verona

Ing. Michele DE VINCENTIS

All’Ufficio Sanitario Dirigente dell’area di

Medicina legale e di coordinamento

e.p.c. Al Sottosegretario di Stato all'Interno

Dott. Giampiero BOCCI

Al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco

Prefetto Bruno FRATTASI

 

Oggetto: dichiarazione dello stato d’agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero provinciale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.

Gentili in indirizzo,

La scrivente Organizzazione Sindacale, con la proclamazione dell'immediato stato di agitazione del personale del Comando Provinciale di Verona, chiede l'attuazione della procedura di raffreddamento ai sensi della normativa in vigore. Il ricorso alla mobilitazione del personale Vigili del Fuoco, che si riserva di promuovere lo sciopero provinciale della categoria, è determinato:

-a seguito della mancata risposta a precise richieste scritte formulate da questa OS in merito alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori VF in forza al Comando di Verona (ALL. 1-2-3-4-5).

-a seguito della mancata risposta ad una richiesta accesso agli atti formulata da questa OS da più di 90 giorni (ALL.6).

-a seguito del mancato intervento risolutorio e della persistente situazione di gravità legata al servizio mensa erogato dalla ditta GEMEAZ (ALL.7).

Per i motivi sopra descritti si dichiara lo stato di agitazione della categoria e conseguentemente si chiede alle Autorità in indirizzo l’attivazione della procedura della prima fase di conciliazione preventiva.

 

USB Vigili del Fuoco Provinciale