MOVIMENTAZIONE E DEPOSITO MEZZI SOTTO SEQUESTRO

Verona -

 

Al Comandante Prov.le VV.F. Verona

Ing. Michele De Vincentis


 


Oggetto: Movimentazione e deposito mezzi sotto sequestro.


Gentile Dirigente,

In merito all’oggetto risulta davvero incresciosa la situazione che sta maturando riguardo alla gestione dei mezzi sotto sequestro che vengono dati in carico al Comando di Verona.

Gli stessi mezzi vengono movimentati, a volte con un carico di sostanze infiammabili, da personale vigilfuoco con la sola patente VF ma sprovvisto dell’abilitazione ADR (necessaria oltre i 1000 lt di sostanza infiammabile trasportata), con la sola scorta della Guardia di Finanza e senza nessun altra precauzione nè scorta tecnica.

Gli stessi mezzi risultano senza targa nonché sprovvisti di assicurazione, problematica alla quale il Comando ha ovviato con delle targhe prova VF, ma in caso di incidente cosa accadrebbe?

Chiediamo inoltre se i mezzi siano correttamente revisionati ed in perfetto ordine e manutenzione considerato che alla loro guida vengono messi degli autisti VF.

Infine i semirimorchi, sia centinati che cisterna, vengono spesso depositati presso il Distaccamento di Legnago, il quale ad oggi conta almeno sei semirimorchi parcheggiati più alcuni trattori stradali ed attualmente sembra più un’ autogrill dell’A22 che un distaccamento di vigili del fuoco.

Il deposito dei mezzi inoltre provoca difficoltà nella movimentazione dei mezzi VF oltre che un rischio per il personale in caso di incidente, incendio o di qualche rivendicazione considerato che si tratta di materiale sequestrato.

In attesa di un urgente riscontro, porgiamo Distinti Saluti.


USB Vigili del Fuoco Provinciale