INQUINAMENTO DA PFAS

Verona -

 

Al Comandante Prov.le VV.F. Verona

Ing. Michele De Vincentis


Al Direttore Reg.le Veneto

Ing. Fabio Dattilo


All’ Ufficio Sanitario Dirigente dell'area di

medicina legale e di coordinamento


All’ Azienda ULSS 9 SCALIGERA




Oggetto: Inquinamento da PFAS, richiesta avvio piani monitoraggio su lavoratori e alimenti.


Gentile Dirigente,

In merito all’oggetto risulta urgente l’avvio di specifici piani di monitoraggio su lavoratori e alimenti.

Visti infatti i risultati dello studio di biomonitoraggio, la Regione Veneto ha deciso di avviare un piano di sorveglianza sanitaria sulla popolazione esposta alle sostanze perfluoroalchiliche, che coinvolgerà circa 85 mila persone, di cui 47.533 afferenti all’ULSS 9 Scaligera.

I comuni interessati, nel territorio dell’ULSS 9 Scaligera, sono: Albaredo D'Adige, Arcole, Cologna Veneta, Pressana, Roveredo di Guà, Veronella, Zimella, Bevilacqua, Bonavigo, Boschi Sant’Anna, Legnago, Minerbe, Terrazzo.

Tutti i cittadini residenti o domiciliati nei comuni citati, di età compresa fra 14 e 65 anni (ovvero nati dall’1/1/1951 al 31/12/2002), saranno invitati con una lettera ad effettuare gratuitamente una visita e un prelievo di sangue. L’ULSS 9 Scaligera sta predisponendo le modalità organizzative ed operative per attivare la sorveglianza secondo le indicazioni regionali, in relazione a quanto sopra esposto chiediamo quali siano le azioni intraprese dal Comando e se ci siano accordi per avviare quanto prima la sorveglianza sanitaria anche tra i lavoratori VF che prestano servizio nelle zone interessate.

Si allega documentazione in merito.

In attesa di un urgente riscontro, porgiamo Distinti Saluti


USB Vigili del Fuoco Provinciale