Coordinamento Nazionale Vigili del Fuoco

FORMAZIONE E DISPOSITIVO DI SOCCORSO

Catania -

USBVVF Catania denuncia il collasso del comando di CATANIA che, di fatto, sta creando sempre più diatribe tra il personale, il tutto causato dalla mancanza di formazione "causa carenza di organico" e distribuzione di equità di Economie.

Noi a tutela dei lavoratori continueremo a denunciare le criticità, anche con azioni di protesta e legali.

Lett. Amm. Prot. 19-17 del 17/04/17

Al Comando Provinciale VVF di CATANIA

Dott.Ing. Giuseppe VERME

Al Direttore Regionale VVF SICILIA

Dott.Ing. Giovanni FRICANO

e.p.c.

Alla Direzione Centrale per la Formazione

Dott.Ing. Emilio OCCHIUZZI

 

Oggetto :  Formazione e re training assente ,che incide sulla economicità dei lavoratori.

La formazione del personale  del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco è assicurata durante lo svolgimento dell’intera carriera , attraverso corsi di aggiornamento, perfezionamento professionale, addestramento, riconversione e specializzazione.

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco promuove lo svolgimento di percorsi di formazione.

La formazione si realizza attraverso programmi annuali definiti dal Dipartimento sulla base delle linee di indirizzo per la formazione e l’aggiornamento professionale, per la garanzia e il miglioramento della sicurezza sul lavoro.(Tratto dal DLgs 217 art.142).

Se pur regolamentato dal DLgs 217 e da altre elementi normativi, siamo di fronte ad una carenza di corsi di formazione e re-training abilitanti.

Vengono disattese da anni le programmazioni Regionali e Provinciali, facilmente verificabili , dalle programmazioni annuali dei 2 anni precedenti.

Il personale in possesso di corsi professionali SAF (1b 2a) ,NBCR, Fluviale, TAS, USAR, Movimento Terra, Puntellatori e ecc.. sono numericamente insignificanti nei Turni.

Basta ricordare l’avvicendamento del personale per l’evento calamitoso verificatosi in Centro Italia , le figure professionali richieste sono state SAF, Puntellatori, USAR, Personale Sala Operativa, possedute da pochi lavoratori.

Ricordiamo l’evento Internazionale del G7 ,in cui ancora una volta la Direzione Regionale ha richiesto personale con corsi professionali come Puntellatori, USAR, SAF e Sala Operativa e NBCR, possedute da pochi lavoratori.

Ricordiamo il recente allarme terrorismo che ha costretto il Comando di Catania a istituire una squadra NBCR per turno per 48 ore, racimolando il personale con tale corso dai distaccamenti, movimentando il personale il più direzioni.

Ricordiamo inoltre l’unico corso professionale effettuato nell’anno precedente USAR il requisito necessario alla partecipazione del corso prevedeva il TPSS aggiornato, attualmente solo il 50% del personale è in possesso dell’aggiornamento.

Gli scenari Internazionali e le calamità verificate, mettono sempre più in risalto l’esigenza di addestramento e formazione e re-training per migliorare la professionalità e la sicurezza degli operatori ed una migliore efficienza di intervento.

Pertanto la scrivente OS denuncia il mancato rispetto delle diritto di tutti i lavoratori ad avere garantito un’equa crescita professionale.

Tale lassismo discrimina il personale, mettendo a rischio la loro sicurezza.

Inoltre il personale escluso dalla partecipazione a eventi remunerati come G7 e calamità a causa della amministrazione crea un danno oltre che professionale anche economico che può essere quantizzato.

Attendiamo vostro riscontro a breve altrimenti ci riserviamo di intraprendere iniziative di protesta comprese quelle legali.

Si coglie l'occasione per porgere,  cordiali saluti.

per USB Vigili del Fuoco Consiglio Nazionale
Carmelo Barbagallo