POA 2017 CONTRIBUTI E OSSERVAZIONI

Bologna -

Alla C.A  del Direttore Regionale Emilia Romagna

Ing. Silvano Barberi

 

 

Con la presente si forniscono da parte della scrivente O.S. le seguenti osservazioni e contributi in merito alla discussione sul POA 2017 visto che per un errore di invio convocazione non abbiamo potuto partecipare alla riunione del 09.03.2017 e di conseguenza non abbiamo in quell’occasione espresso il nostro parere.

Ci sono interessanti punti di condivisione nell’impostazione del POA 2017, apprezziamo tra l’altro l’incremento di risorse dedicate alla formazione, esercitazione ed addestramenti che sono passate da 131000 Euro del precedente POA a 200000 Euro dell’attuale e cosa importante sono state inserite 2000 ore per “esercitazioni sistema integrato protezione civile” e 1000 ore ”esercitazioni colonna mobile CMR”.

Proprio su questo interessante quanto delicato aspetto siamo a richiederLe uno specifico incontro per definire nei dettagli il “modus operandi” per  queste importanti esercitazioni integrate.

Vorremmo invece entrare nel merito della questione legata al “Presidio territoriale itinerante legato agli avvistamenti ed al monitoraggio” , da Suo prospetto risultano risorse per tale attività di 3456 ore complessive da ripartire tra tutto il territori della nostra regione.

In termini numerici queste ore equivalgono a 288 richiami di operativi al di fuori dei rientri per la composizione delle squadre AIB nei 38 giorni canonici di campagna antincendio boschiva provinciali della nostra regione.

Riteniamo che per questo particolare tipo di utilizzo si potrebbero stimolare ragionamenti assolvendo sempre a compiti di competenza regionale come la disinfestazione dei nidi di imenotteri che la LR 19/1982 affida alle ASL di competenza ma di fatto vengono svolte dal nostro personale ,inoltre sempre da questo  bacino di ore si potrebbero anche ricavare soluzioni per integrare le risorse in quei particolari periodi dove appunto le emergenze boschive mettono in seria difficoltà le squadre territoriali impegnate nel servizio ordinario di soccorso. Anche su questo aspetto si richiede apposito incontro.

Infine, come già richiesto in precedenza si richiede consultivo POA 2016.

Distinti saluti.        

per USB Vigili del Fuoco Regionale
Roberto Franca