STATO DI AGITAZIONE PISA

Pisa -

Al Ministro dell'Interno
On. Marco MINNITI


  e p.c. Al Sottosegretario di Stato all'Interno
dott. Giampiero BOCCI

 

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Capo Dipartimento

 Prefetto Bruno FRATTASI

 
Tramite:                                                                                
Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento
Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento
Viceprefetto Roberta LULLI

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Vice Capo Dipartimento Vicario
ing. Gioacchino GIOMI

Al responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

dott.ssa Silvana LANZA BUCCERI

 

Al Direttore Regionale CNVVF Toscana

Ing. Gregorio AGRESTA

 

Al Prefetto Pisa

Dott.ssa Angela PAGLIUCA

 

Al Dirigente Provinciale VV.F PISA

Ing. Ugo DANNA

 

 

 

Oggetto:  dichiarazione dello stato d’agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero regionale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.

 

 

La scrivente Organizzazione Sindacale, in riferimento all’oggetto, con la proclamazione dell'immediato stato di agitazione del personale del CNVVF, chiede l'attuazione della procedura di raffreddamento ai sensi della normativa in vigore. Il ricorso alla mobilitazione del personale Vigili del Fuoco di Pisa è determinato dalla mancanza di risposta alla nota 34/17 del 31/12/17 con cui si denunciava un fatto accaduto che ha compromesso le corrette relazioni sindacali provinciali.

L’evento occorso non è stato affrontato nei tempi e nei modi che avremmo auspicato, questo determina la corresponsabilità della catena di comando in carico al Dipartimento alla mancanza di rispetto per i lavoratori vigilfuoco che questa organizzazione sindacale orgogliosamente rappresenta. Nella nota citata si richiedeva con urgenza un intervento dell’ufficio delle relazioni sindacali al fine di tutelare gli interessi che questa O.S. rappresenta, nell’ambito dei diritti sanciti in primis dalla Costituzione Italiana e dalla Legge 300/70.

Non avendo ricevuto risposte dall’ufficio stesso, considerando la natura di antisindacalità grave dell’atto, questa organizzazione sindacale dichiara lo stato d’agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero provinciale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche, al fine di ristabilire le corrette relazioni sindacali.

 

SI RICORDA CHE ESSENDO UNA DICHIARAZIONE DI STATO DI AGITAZIONE PROVINCIALE SI RENDE NECESSARIO DESIGNARE DI CONCERTO CON LA SCRIVENTE L'ARBITRO.

 

USB Vigili del Fuoco Provinciale